Home page » Blog » Roma sotterranea: i posti più incredibili da visitare

Roma sotterranea: i posti più incredibili da visitare

Roma Sotterranea
Roma Sotterranea

In ogni città è nascosto un tesoro, spesso non in superficie. Molti di questi tesori sono sepolti e ne gli abitanti del posto e nemmeno i turisti ne sono a conoscenza. Roma ad esempio ne è ricca ma in pochi conoscono questo aspetto della città Eterna. Quali sono i sotterranei da visitare a Roma? Qui di seguito sarà possibile trovare una piccola guida.

Roma sotterranea: cosa vedere

Roma è una città ricca di storia e di arte dove numerosi sono anche i tesori sepolti. Tra i vari sotterranei da visitare nella Capitale vi troviamo ad esempio quelli del Colombario di Pomponio Hylas, l’Auditorium di Macenate, Ipogeo di via Livenza ecc.

Ipogeo di Via Livenza

L’Ipogeo di Via Livenza è considerato una testimonianza molto importante per la storia dell’arte del IV secolo a Roma. Nonostante ciò ancora non sembrerebbe essere chiara quella che era la sua funzione. Date le scene rappresentate negli affreschi di pregio è probabile che si trattasse di un nifeo. E’ possibile accedere dalla Via Livenza 4, l’ingresso è consentitolo solo a gruppi accompagnati e per ogni gruppo è consentito un massimo di 10 persone. E’ inoltre prevista la prenotazione obbligatoria.

Colombario di Pomponio Hylas

Chi sceglie di visitare la Roma sotterranea non potrà non far visita al Colombario di Pomponio Hylas. Si tratta di un famoso ed importante monumento sepolcrale caratterizzato dalla presenza di pareti traforate da delle nicchie. All’interno di queste nicchie venivano un tempo deposte le ceneri dei defunti. E’ possibile accedere solamente se accompagnati e per gruppi formati da un massimo di 7 persone. I giorni per potervi accedere sono quelli compresi tra il martedì e la domenica.

Roma Sotterranea
Roma Sotterranea

Auditorium di Mecenate

L’Auditorium di Mecenate è considerato un bellissimo luogo d’intrattenimento che risale al I sec a.C. la cui decorazione pittorica risalente allo stesso periodo è davvero molto bella. Sono nello specifico raffigurate scene dionisiache e bellissimi giardini miniaturistici. All’esterno si presenta come un edificio del tutto anonimo che non lascia per nulla trapelare quanto è presente al suo interno. L’ingresso è consentito solamente a gruppi accompagnati e per ogni visita è ammesso un massimo di 30 persone. E’ inoltre opportuno precisare che è obbligatoria la prenotazione.

I bunker di Mussolini e dei Savoia

L’ultimo bunker di Mussolini è stato scoperto nel 2010 nel corso di alcuni lavori di pulitura che sono stati effettuati presso il Palazzetto San Marco, di preciso ala Palazzo Venezia. Per 60 lunghi anni questo posto è quindi rimasto sconosciuto a tutti. A circa 20 centimetri di profondità vi sono 9 stanze tutte celate da una botola di legno. Oltre a questo vi sono anche altri due rifugi antiaerei fatti costruire durante il periodo della guerra. Uno di questi si trova sotto il Palazzo degli Uffici all’Eur mentre invece l’altro sotto la Villa Torlonia.

Particolare attenzione merita anche l’ultimo bunker dei Savoia da poco restaurato. Questo molto probabilmente è stato realizzato negli anni compresi tra il 1940 e il 1942 e si trova esattamente nel cuore di Villa Ada.

 

Richiedi un preventivo gratuito

Nome e cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Cellulare (richiesto)

Data evento (richiesto)

Numero di persone (richiesto)

Richieste particolari

Autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi della legge 196/2003

WhatsApp Contattaci su WhatsApp