Visual Storytelling per eventi: cos'è e a cosa serve? -
Blog

Visual Storytelling per eventi: cos’è e a cosa serve?

Visual Storytelling per eventi
Visual Storytelling per eventi

Vi trovate nella situazione di dover esporre una presentazione al vostro evento e per farlo avete scelto la tecnica del Visual storytelling? Siete sicuri di sapere esattamente di cosa stiamo parlando e quali sono le sue regole?

Se siete alla ricerca di risposte allora siete capitati nel posto giusto in quanto nel corso di tale articolo verrà approfondito proprio tale argomento.

Visual Storytelling, cos’è

Prima di ogni cosa è molto importante affermare che quando si parla di Visual storytelling si fa riferimento ad un potente mezzo espressivo che organizza una narrazione attraverso l’utilizzo di immagini che dovranno essere ben precise. Si tratta di un’arma molto importante che se verrà utilizzata nel migliore dei modi nel corso delle campagne di marketing potrà favorire ottimi risultati. Tale tecnica sfrutta il potere delle immagini ed infatti è possibile dire che sia una fotografia sia un disegno riescono a coinvolgere molto di più il pubblico rispetto alle parole.

Scegliere la tecnica del Visual storytelling significa quindi abbinare un’immagine ad un pensiero che narra una storia.  E per farlo bisognerà avere ovviamente ottime capacità. Infine altro aspetto molto importante è quello legato alla scelta del giusto target. Il modo di esprimersi infatti varierà a seconda dell’interlocutore che ci si trova davanti.  Il capo di un’azienda si esprimerà in modo diverso a seconda che stia parlando con un socio o con un cliente.

Visual Storytelling: è conveniente?

Visual Storytelling per eventi
Visual Storytelling per eventi

Una volta chiarito a cosa si fa riferimento è adesso opportuno rispondere alla domanda ‘ la tecnica del Visual Storytelling può essere considerata conveniente oppure no?’ . In realtà la risposta a tale domanda è sì ma allo stesso tempo è anche necessario precisare che tale strumento non andrà utilizzato in maniera impropria. Ma al contrario per ottenere buoni risultati sarà necessario il giusto training. Se infatti tale strumento verrà utilizzato nel modo sbagliato potrà suscitare l’effetto contrario e nello specifico potrebbe addirittura arrivare a confondere il pubblico. I vantaggi legati allo storytelling marketing sono:

  • Velocità di apprendimento: ovviamente da parte del pubblico. Questo perché il cervello tende a reagire più velocemente alle immagini rispetto alle parole;
  • Maggiore coinvolgimento: la platea in questo modo potrà distrarsi e non annoiarsi;
  • Facilità di memorizzazione: l’immagine legata al pensiero che si intende esprimere rimarrà più a lungo nella mente di coloro che assisteranno alla riunione. Ad esempio se mostrerete nel corso della convention l’alba ecco che lo spettatore capirà che vorrete trasmettere l’emozione di un nuovo inizio. L’idea di rinascita;
  • Universalità: questo è un grande vantaggio legato al visual Storytelling. E questo perché le immagini, a differenza della lingua che si parla, vengono comprese con maggiore facilità da coloro che le osservano.

Visual Storytelling: gli errori da non commettere

Ovviamente affinché tutto risulti perfetto bisognerà non commettere degli errori. Quali sono?

  • Dare un’immagine sbagliata dell’idea che si vuole esprimere. Infatti un’immagine sbagliata genererà di conseguenza una errata informazione;
  • Ricordarsi che le immagini trasmettono emozioni ma il concetto andrà sempre espresso a parole.

Richiedi un preventivo gratuito

Nome e cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Cellulare (richiesto)

Data evento (richiesto)

Numero di persone (richiesto)

Richieste particolari

Autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi della legge 196/2003

Visita la nostra pagina Facebook

Facebook Pagelike Widget
WhatsApp Contattaci su WhatsApp