Blog

Open Bar per eventi: cos’è, varie tipologie e come organizzarlo

Open Bar per eventi
Open Bar per eventi

Organizzare un evento significa curare con attenzione ogni particolare e dettaglio con la speranza di riuscire a rendere l’evento in questione unico e indimenticabile. Un ottimo modo per farlo potrebbe essere quello di organizzare per l’evento in questione un open bar. Ma, cosa significa esattamente? Cos’è l’Open Bar e perchè organizzarne uno?

Open Bar: cos’è

La prima domanda alla quale occorre fornire una risposta è ‘Cos’è l’Open Bar?‘. A tale domanda è possibile rispondere affermando che il significato letterale di tale espressione è ‘Bar aperto’. Si tratta quindi di un evento nel corso del quale gli invitati hanno la possibilità di poter ordinare bevande senza alcun limite. Una specifica fascia d’età alla quale l’evento è dedicato non esiste. Di solito questo dipende da come l’open bar viene organizzato. E’ infatti possibile organizzarlo in occasione dell’inaugurazione di una discoteca oppure è possibile anche richiederlo in occasione di un elegante matrimonio dove l’età degli invitati è mista. A tali eventi possono infatti partecipare oltre agli adulti anche bambini e adolescenti.

Come organizzarlo

Organizzare un open bar non è difficile. L’elemento essenziale è che all’evento sia presente molta gente. E’ però importantissimo tenere conto di diversi fattori, tra questi: chi parteciperà? All’evento saranno presenti giovani o adulti? Famiglie con bambini? Trovare le risposte a tali domande è importante in quanto grazie a queste sarà possibile capire quali sono le bevande più appropriate da proporre.  L’Open Bar serve a far bere i propri invitati in modo gratuito ed è quindi importante che i presenti possano avere la possibilità di scegliere se bere dei drink alcolici, una birra oppure dei semplici succhi di frutta o frullati di frutta fresca ecc.

Potrebbe interessarti anche:  Viaggio a Roma per festeggiare un evento importante: cosa vedere?

Open Bar per eventi
Open Bar per eventi

Il consiglio, per evitare di sbagliare, è quello di evitare di improvvisare e scegliere un catering professionista. In molte occasioni vengono proposti aperitivi sfiziosi, stuzzichini ecc. E quindi niente di elaborato ma ad esempio torte salate, focacce, pizzette, finger food ecc. In generale è quindi possibile affermare che per poter organizzare un Open Bar bisogna:

  • conoscere il numero degli invitati e la fascia d’età;
  • tenere in considerazione i gusti degli ospiti;
  • proporre sfiziosi stuzzichini d’accompagnamento;
  • affidarsi a veri esperti del settore.

Varie tipologie

Gli Open Bar non sono tutti della stessa tipologia ma possono essere a tempo oppure a consumazione. L’Open Bar a tempo è quello più comune e prevede un numero massimo di persone ed un numero di drink che potranno ordinare in uno specifico arco di tempo. Di solito entro 1 o 2 ore. Il prezzo dell’evento, in questi casi, dipende sia dal numero degli ospiti presenti sia dalla sua durata.

L’Open Bar a consumazione è meno frequente. Di solito, in questi tipi di eventi, vengono consegnati dei tagliandini oppure dei gettoni. E ognuno di questi corrisponde ad una consumazione. Una volta terminati tali gettoni chi sente di essere insoddisfatto potrà scegliere di ordinare altri cocktail che andranno però pagati.

Richiedi un preventivo gratuito

Nome e cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Cellulare (richiesto)

Data evento (richiesto)

Numero di persone (richiesto)

Richieste particolari

Autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi della legge 196/2003

WhatsApp Contattaci su WhatsApp